Orienteering e natura

Orienteering e natura

Io credo proprio che un buon modo per far conoscere ai più piccoli le bellezze della natura in sé, ma anche e poi e pure la specifica natura del nostro Paese, sia fare qualche attività di gioco in mezzo alla natura stessa. In questo modo a mio modesto parere si può stimolare per bene la loro curiosità, e renderli in questo modo propensi a conoscere e a informarsi sulla natura. Uno di questi esempi è proprio questo, io vi dico, ossia la attività di orienteering. Con l’orienteering, infatti, magari anche le classi si possono portare.

Se vi fidate di noi, che abbiamo anche provato infatti a proporre e a organizzare attività di orienteering di gruppo, una cosa come questa è molto stimolante per i bambini, che vi partecipano molto ma molto volentieri. A volte anche ai più grandi, insomma ai ragazzi, un gioco come questo può piacere, e molto, e proprio per questo io vi consiglio di portare chi più chi meno ad aderire ad attività come questa, e magari anche e pure a proporla nelle vostre città e nelle vostre scuole.

Se vogliamo allora proseguire la nostra analisi e la nostra indagine da un punto di vista in sé e per sé della partecipazione, è anche possibile a mio modesto parere organizzare gratuitamente queste attività, dal momento che non sono necessari grandi strumenti. Insomma, vi può bastare anche un piccolo sponsor per poter essere sicuri che il tutto andrà per il meglio, che vi sarà tanta gente, e che voi al sicuro e al 100% non andrete a perdere del denaro a causa di questa organizzazione. Sapete che cosa io vi dico? Provare per credere, che è spesso il metodo migliore, e lo è di per certo in questo caso.

Attività di gruppo e aria aperta

Questa combinazione, come avete avuto già modo di intuire e come io credo in realtà già sapevate anche voi stessi per esperienza personale, è una delle migliori per stimolare i più giovani a partecipare attivamente alla conoscenza e alla tutela della natura, così come di molte altre cose, come per fare giusto un altro esempio come quello della cultura. Io vi consiglio, altrimenti, anche di informarvi di altri posti in cui queste manifestazioni vengono organizzate, per conoscere lì quali siano i risultati e come vengano organizzate. Provate a chiedere in giro, e scoprirete che ci sono molte persone interessate a queste cose.